• accredia
    Certificazione ISO 9001
  • certificazione sicurezza iso 18001
    Certificazione ISO 18001
  • certificazione ambientale iso 14001
    Certificazione ISO 14001
  • partner daikin
  • iten

Prodotti da costruzione: ecco le nuove regole per la valutazione di conformità

07 Settembre 2017 367 comments

È stato pubblicato in Gazzetta, il decreto legislativo 16 giugno 2017, n. 106, recante le norme sull’ adeguamento della normativa nazionale alle disposizioni comunitarie del regolamento (UE) n. 305/2011 e che fissa le condizioni armonizzate per la commercializzazione dei prodotti da costruzione e, non da ultimo, che abroga la direttiva 89/106/CEE.

Dal 9 agosto, cambiano le regole per le procedure necessarie per la valutazione di conformità. La finalità del decreto è quella di semplificare l’attuale quadro normativo per l’immissione sul mercato dei prodotti da costruzione e di migliorare l’efficacia e l’armonizzazione delle misure.

Il Decreto, in generale, si compone di 31 articoli e 4 allegati, relativi alla modulistica necessaria per richiedere l’autorizzazione a svolgere compiti di parte terza nel processo di valutazione e verifica della costanza della prestazione.

Nel Capo I, dopo le Disposizioni generali e le definizioni, si analizza il ruolo del Comitato nazionale di coordinamento per i prodotti da costruzione (art. 3) e il  Punto di contatto nazionale per i prodotti da costruzione (art. 4).

Il Punto di contatto nazionale per i prodotti da costruzione (PCP-Italia), in particolare, si avvale della collaborazione del Consiglio superiore dei lavori pubblici presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti e del Ministero dell’interno per la trattazione degli aspetti riguardanti i materiali ed i prodotti per uso strutturale ed antincendio.

Negli articoli 5 e 6 del Decreto legislativo 106/2017, si prendono in considerazione le responsabilità del fabbricante e del direttore dei lavori o del professionista che certifica o assevera prestazioni di sicurezza antincendio: il primo deve redigere la dichiarazione di conformità all’atto dell’immissione di tale prodotto sul mercato, mentre i secondi sono i soggetti incaricati della sicurezza dell’esecuzione delle opere da costruzione.

Nell’articolo 7- Capo II, invece, è l’istituzione dell’ITAB, Organismo nazionale per la valutazione tecnica europea, costituito da personale del Servizio tecnico centrale del Consiglio superiore dei lavori pubblici presso il Ministero delle infrastrutture e dei trasporti, della Direzione Centrale per la prevenzione e la sicurezza tecnica del Ministero dell’interno e dell’Istituto per le tecnologie della costruzione del Consiglio nazionale delle ricerche; il suo compito è quello di garantire la piena integrazione delle funzioni connesse al rilascio della valutazione tecnica europea (ETA), e quindi nei casi in cui il prodotto non sia disciplinato da una norma armonizzata.

La parte centrale del decreto è dedicata alla vigilanza sul mercato, ai controlli sugli organismi notificati e alle sanzioni: su quest’ultimo punto, vi è una generare revisione della disciplina sanzionatoria. La novità è rappresentata da un alleggerimento delle sanzioni del fabbricante, con un’ammenda fino a 24 mila euro, lasciando l’arresto solo per i prodotti non conformi per uso strutturale o antincendio.

Stesso importo massimo per quanto concerne le sanzioni al costruttore, al direttore dei lavori, al direttore dell’esecuzione o al collaudatore, nell’ambito delle loro specifiche competenze; se vi è un reato più grave, in ogni caso, può essere previsto l’arresto sino a sei mesi e con l’ammenda fino a 50.000 euro qualora vengano utilizzati prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.

 

Per il progettista dell’opera che prescrive prodotti non conformi, inoltre è prevista una sanzione amministrativa pecuniaria fino a 12.000 euro o con l’arresto sino a tre mesi e con l’ammenda fino a 25.000 euro qualora la prescrizione riguardi prodotti e materiali destinati a uso strutturale o a uso antincendio.

367 comments

Leave a comment

Make sure you enter all the required information, indicated by an asterisk (*). HTML code is not allowed.

Realizzato da Antonella Borgia

Utilizziamo i cookie per essere sicuri che tu possa avere la migliore esperienza sul nostro sito. + info